Risotto con melagrana

Risotto con melagrana

***SPECIALE NOVEMBRE***

Originario dell’Asia occidentale, la melagrana cresce bene nelle zone a clima mite ma può essere coltivato anche in quelle con clima più fresco (purchè sia coltivato il posizione riparata). Le melagrane, della grandezza di una mela, presentano una buccia coriacea gialla e contengono al loro interno numerosi semi dalla polpa succosa, leggermente aspra.
Frutto autunnale tipico di novembre, la melagrana è ricca di antiossidanti, specialmente di flavonoidi, è una fonte di vitamine, tra cui vitamina C, E, K, alcune vitamine del gruppo B, e di sali minerali come zinco, rame, potassio, ferro e manganese. Il succo contiene tannini quindi ha proprietà astringenti utili in caso di diarrea. Aiuta a contrastare il colesterolo e a limitare i disturbi della menopausa. Inoltre rafforza il sistema immunitario ed è in grado di abbassare la pressione sanguigna.

Ingredienti per 4 persone:
2 melagrani
700 ml di brodo
1/2 bicchiere di vino rosso
1 scalogno
270 gr di riso
25 gr grana
20 gr burro

Procedimento
Cominciate sgranando i melograni. Passate i chicchi nel passaverdura lasciando una piccola parte di chicchi interi per guarnire il risotto al termine della cottura. Tritate ora lo scalogno e fatelo appassire in una pentola con l’olio, aggiungete il riso e fatelo tostare. Sfumate con il vino poi aggiungete il succo di melograno. Aggiungete man mano il brodo bollente e continuate la cottura. Aggiustate di sale, poi aggiungete pepe, burro e grana e mantecate il risotto al melograna per qualche minuto. Guarnite i piatti di risotto con i chicchi di melograno tenuti da parte e servite immediatamente.

La ricetta può essere impreziosita con una granella di mandorle tostate oppure inserendo il radicchio come ingrediente per poter stemperare l’acidulo della melagrana.